martedì 11 febbraio 2014

Battle Royale

Questa recensione è dedicata ad una mia amica che ha amato questo libro talmente tanto da chiedermi di recensirlo. Quindi le ho fatto scegliere la citazione che troverete qui sotto, spero ti piaccia, Paola. :*
 Battle Royale di Koushun Takami
"<<Bene, dunque,voglio che scriviate questo. Per memorizzare qualcosa, è meglio scriverlo. Scrivete:" Ci uccideremo l'uno con l'altro". Scrivetelo tre volte.>>"



Titolo: Battle Royale
Autore: Koushun Takami
Prezzo: € 12,00
Editore: Mondadori
ISBN: 9788804586876
Trama: Repubblica della Grande Asia dell'Est, 1997. Ogni anno una classe di quindicenni viene scelta per partecipare al Programma; e questa volta è toccato alla terza B della Scuola media Shiroiwa. Convinti di recarsi in una gita d'istruzione, i quarantadue ragazzi salgono su un pullman, dove vengono narcotizzati. Quando si risvegliano, lo scenario è molto diverso: intrappolati su un'isola deserta, controllati tramite collari radio, i ragazzi vengono costretti a partecipare a un "gioco" il cui scopo è uccidersi a vicenda. Finché non ne rimanga uno solo... Edito nel 1999, "Battle Royale" è un bestseller assoluto in Giappone, il libro più venduto di tutti i tempi; diventato fenomeno di culto, ha ispirato celebri film, manga sceneggiati dallo stesso Takami e videogiochi. Scritto con uno stile insieme freddo e violento, "Battle Royale" è un classico del pulp, un libro controverso e ricco di implicazioni, nel quale molti hanno visto una potente metafora di cosa significhi essere giovani in un mondo dominato dal più feroce darwinismo sociale. 



Come reagireste voi ad uccidere quarantuno persone che sono state con voi dalla prima alla terza media. Perchè questo è ciò che devono fare quarantadue ragazzi, estratti a caso da un governo dittatoriale: uccidersi a vicenda per ricordare a tutti che il governo comanda. E se ci fosserro due ragazzi innamorati? Che vogliono salvarsi entrambi per vivere felici?
STOP.
Non vi sembra identico ad Hunger Games?
Esatto, perchè Suzanne Collins prende ogni colpo di scena di questo meraviglioso libro e lo trasferisce qualche anno più in là nel futuro. L'unica cosa che ha fatto di innovativo sono stati i distretti e i due seguiti.
Questo libro è meraviglioso ma è pocco conosciuto. Io stessa mi ci sono imbattuta per puro caso (e io me li vado a scegliere i libri che nessuno compra).
Il fatto che abbiano poco successo significa solo che sono poco conosciuti.
Questo libro unisce azione, amicizia, inganni e tanta tanta azione in un unica storia incredibile. Lo stile di scrittura è scorrevole e semplice, le quarantadue personalità ben delineate. 

Verdetto finale 
5
Voglio dare un piccolo consiglio a chiunque voglia leggerlo: alla prima pagina c'è una bella lista di nomi. Ecco, ogni volta che uno muore, segnatevelo affianco, o non capirete più nulla.

Bye bye and kisses by Akami

6 commenti:

  1. Ho adorato questo libro, ma ci ho fatto gli incubi per una settimana. E' molto molto più crudo di Hunger Games. Non solo per le descrizioni minuziose delle morti, molto splatter, ma perchè mentre in Hunger Games alla fin fine se ti andava male conoscevi giusto il tuo collega di distretto, qui si conoscono tutti molto bene, ci sono migliori amici, fidanzati, insomma gente per cui ti faresti sparare addosso, quindi è molto più dura. Terribile, ma bellissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro lo splatter e se deve essere un gioco crudele mi sembra logico che le morti devono essere descritte per bene. In Hunger Games non si sente proprio l'aria di guerra che il gioco dovrebbe avere. Ma sul serio hai avuto gli incubi? Di certo non è per i deboli di stomaco (o per chi ha una sensibilità elevata) ma io l'ho amato. Punto.
      Comunque è sempre bello conoscere vari pareri :)

      Elimina
    2. Non è proprio il mio genere in effetti, sono di stomaco debole ahah xD Nonostante questo, l'ho amato comunque :)

      Elimina
  2. C'è davvero bisogno di dire che amo le tue recensioni, Akami? Va bene, è scontato al massimo, ma... amo le tue recensioni! Akami, sei favoloserrima (sono un'esperta nel coniare nuovi termini) e mi hai fatto venire una voglia matta di leggere questo libro! Ah, così tanti libri in wish list... Ma, beh, se me lo dice Akami devo leggerlo, no? Sì, devo leggerlo! Quindi sarà una delle mie prossime letture!!!
    Con la consapevolezza che punti a farmi diventare povera,
    ti mando un bacio enorme,
    Alexandra la divina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alexandra non hai idea di quanto mi fanno piacere i tuoi commenti :')
      Non so se ti possa davvero piacere questo libro dato che è molto... duro e cruento ma confido nella tua "elasticità libresca" (quanto coniare nuove espressioni fa sempre bene).
      Kisses,
      la tua gemellina di blog ;)

      Elimina
  3. mio dio che trama inquietante!!!! non so se riuscirei a leggerlo, poi da come parlate di splatter ehm meglio se lo salto :P

    RispondiElimina