mercoledì 26 febbraio 2014

L'Accademia dei Vampiri

L'Accademia dei Vampiri di Richelle Mead
"<<Il mio nome è Dimitri Belikov>>"

Titolo: L'Accademia dei Vampiri

Autore: Richelle Mead

Prezzo: € 17,00

Editore: Rizzoli
ISBN: 9788817037020

Trama: Fuggire dall’ Accademia dei Vampiri per rifugiarsi fra gli umani sembrava l’unica strada per una vita “normale”. Ma a due anni dalla fuga, Lissa, principessa erede di una delle più nobili casate di vampiri Moroi, e Rose, sua migliore amica e guardiana, vengono ritrovate e riportate fra le mura del college.
Dietro l’apparente ritorno alla normalità si nasconde una lotta senza regole né morale per il controllo di un potere di cui Lissa è l’ignara custode. I pettegolezzi, gli sguardi curiosi, le malignità mascherate da amicizia sono i nemici più facili da sconfiggere. Il pericolo reale si mostra solo quando decide di colpire. Lissa pagherà con la vita, se Rose non sarà capace di proteggerla.


#2 WWW Wednesday

Heilà meravigliosi lettori!
Vi ricordate quando dissi "Solo libri per la Challenge d'ora in poi"?
Spero per voi che non ci abbiate creduto davvero perchè prima che io inizi la challenge passerà un po'.
Alla fine, non è neanche colpa mia
Mi hanno prestato L'Accademia dei vampiri di Richelle Mead. Vi ricordate che era nella mia wishlist e che non potevo comprarlo perchè era in ristampa? Oggi finalmente è uscito. Ed oggi finalmente me l'hanno prestato! 
Ed ho anche già finito il libro. E l'ho anche comprato.

Ma i miei processi cerebrali sfuggono alla compresione mia e dell'umanità tutta. Ed è anche il motivo per cui è successo che sto llegendo 1, 2,3, 4, 5, 6 libri contemporaneamente. Già.









lunedì 24 febbraio 2014

#2 Bookshop and more

Buongiorno a tutti e... ieri sono andata di nuovo in libreria! (Gioite con me o mi sento stupida)
Cosa avrò mai comprato? Praticamente nulla. Solo due libri, ma se così fosse non avrei avuto bisogno di fare un "Bookshop", giusto?
L'unica particolarità di questi libri è che sono inglese. Vi ricordate quello che dissi in "#1 Si, lo voglio" sull'inglese? Ecco, non è cambiata la mia ignoranza, è cambiata la mia forza di volontà che si deve essere acuita perchè ho comprato un libro di 667 pagine(ne so una più del diavolo) che si intitola "The accursed" di Joyce Carol Oates, tecnicamente significa il maledetto. E non so se il numero delle pagine è intenzionale ma suppongo di si. Ma c'è di più! Il formato è quasi il doppio di uno in edizione economica.
Questo, per intenderci, è lo Zanichelli Sharp.
Probabilmente lo finirò l'anno prossimo. Ho deciso che ne leggerò solo 4 o 5 pagine al giorno ( ci impiego quasi tre quarti d'ora). Dovevo risultare anche buffa sul divano con il dizionario Zanichelli Sharp a farmi venire i tic nervosi cercando parola per parola.
Comunque la struttura è complessivamente facile. In Italiano sto leggendo Silver la cui lettura e quindi recensione, andrà un po' lenta e dopo comprerò solo un altro libro il 1° marzo. Dopo di che, OCD Challenge a tutta forza!
Be', si spera.
L'altro libro in inglìsh è "Kiss & blog" di non mi ricordo chi.
E...no, è troppo complicato.
Secondo un breve e preciso calcolo ci metterò un anno e mezzo a finire The Accursed.
Vabbe', bye bye by Akami. (La mia disperazione si riflette nel fatto che non ho neanche colorato i saluti)

sabato 22 febbraio 2014

The elite

The elite di Kiera Cass
"..."
Premetto che potrei essere molto pesante ed ironica su questo libro ma non mi interessa, devo sfogarmi per aver perso tempo a leggerlo invece che passare direttamente a Colpa delle stelle. Se a voi piace, fatemelo sapere e scrivetemi cos'è che vi piace, così capirò e magari vedrò il libro da un altro punto di vista.

Titolo: The elite

Autore: Kiera Cass

Prezzo: € 17,90

Editore: Sperling & Kupfer
ISBN: 9788820055486

Trama: Trentacinque ragazze. Così era cominciata la Selezione. Un reality show che, per molte, rappresentava l'unica possibilità di trovare finalmente la via di uscita da un'esistenza di miseria. L'occasione di una vita. L'opportunità di sposare il principe Maxon e conquistare la corona. Ma ora, dopo le prime, durissime prove, a Palazzo sono rimaste soltanto sei aspiranti: l'Elite. America Singer è la favorita, eppure non è felice. Il suo cuore, infatti, è diviso tra l'amore per il regale e bellissimo Maxon e quello per il suo amico di sempre, Aspen, semplice guardia a Palazzo. E più America si avvicina al traguardo più è confusa. Maxon le sa regalare momenti di pura magia e romanticismo che la lasciano senza fiato. Con lui, America potrebbe vivere la favola che ha sempre desiderato. Ma è davvero ciò che vuole? Perché allora ogni volta che rivede Aspen si sente trascinare dalla nostalgia per la vita che avevano sognato insieme? America ha un disperato bisogno di tempo per riflettere. Mentre lei è tormentata dai dubbi, il resto dell'Elite però sa esattamente ciò che vuole e America rischia così di vedersi scivolare via dalle dita la possibilità di scegliere... Perché nel frattempo la Selezione continua, più feroce e spietata che mai.


venerdì 21 febbraio 2014

Divergent

Divergent di Veronica Roth
"Sono egoista. Sono coraggiosa"

Titolo: Divergent 
Autore: Veronica Roth 
Prezzo: € 14,90 
Editore: Deagostini 
ISBN: 978884187423
Trama:  Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l'amicizia per i Pacifici, l'altruismo per gli Abneganti e l'onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l'unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c'è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto - se reso pubblico - le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l'addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza...


L'ultima riga delle favole

L'ultima riga delle favole di massimo Gramellini
"<<Vuole dirmi con parole sensate in quale incubo mi trovo?>>
<<Alle Terme dell'Anima, signore>>
<<Sono morto, dunque?>>
<<A me non risulta. Lei è ricoverato qui per ricominciare a vivere>>"


Titolo: L'ultima riga delle favole

Autore: Massimo Gramellini

Prezzo: € 11,00

Editore: Tea

ISBN: 9788850227389

Trama: Tomàs è una persona come tante. E, come tante, crede poco in se stesso, subisce la vita ed è convinto di non possedere gli strumenti per cambiarla. Ma una sera si ritrova proiettato in un luogo sconosciuto che riaccende in lui quella scintilla di curiosità che langue in ogni essere umano. Incomincia così un viaggio simbolico che, attraverso una serie di incontri e di prove avventurose, lo condurrà alla scoperta del proprio talento e alla realizzazione dell'amore: prima dentro di sé e poi con gli altri. Con questa favola moderna che offre un messaggio e un massaggio di speranza, Massimo Gramellini si propone di rispondere alle domande che ci ossessionano fin dall'infanzia. Quale sia il senso del dolore. Se esista, e chi sia davvero, l'anima gemella. E in che modo la nostra vita di ogni giorno sia trasformabile dai sogni. 

Il giocoliere di parole

Buongiorno a tutti e... HO FINITO ANCHE DIVERGENT!
Ma, manteniamo la calma e passiamo al libro che devo recensire oggi. Mi mancano solo silver e colpa delle stelle!

Il giocoliere di parole di Alberto Diamanti
“Ti suggerisco una maniera
per far dormire il bimbo quando è sera:
metti le braccia avanti ed apri i palmi
delle mani tue... perché si calmi,
tuo figlio deve sentire cose belle...
... delle favole, racconti, oppur storielle!



Titolo: Il giocoliere di parole
Autore: Alberto Diamanti
Prezzo: € 12,50
Editore: Cima
Trama: Un libro per bambini, genitori ed educatori... Per dialogare con i piú piccoli su temi importanti... "... perché solo i bambini, con la loro fantasia, possono far diventare reali delle storie cosí..." "... storie con quel finale che tutti vorremmo, ma che solo la fantasia dei bambini (e le speranze degli adulti) possono trasformare magicamente in realtà, anche se fatta solo di parole..."



giovedì 20 febbraio 2014

#1 Bookshop and more

Ecco il primo post della rubrica Bookshop and more.
Ieri ho compropato qualcosina in libreria, nulla di che però inizio a eliminarli dalla wishlist.
Dato che ho anche finito il Giocoliere delle parole e a breve scriverò una recensione, inizierò i libri in un ordine preciso ben stabilito.

martedì 18 febbraio 2014

#1 WWW Wednesday

 Buongiorno a tutti. E buon mercoledì! Manco fosse sabato o domenica, o lunedi o un giorno vagamente significativo.
Comunque questo è il primo post della rubrica WWW Wednesday, una delle rubriche che non ho inventato io.
Comunque si basa su tre domande che tra poco vi illustrerò e al quale risponderò.

Quando dal cielo cadevano le stelle

Quando dal cielo cadevano le stelle di Sofia Domino
"- Allora le stelle cucite sui vestiti degli ebrei non mi piacciono – sentenziò Chalom– sono state portate via dal cielo, come io sono stato portato via dalla mia casa. Secondo me quelle stelle sono tristi –
- Prima o poi le stelle saranno solo nel cielo – disse Myriam."


Titolo: Quando dal cielo cadevano le stelle
Autore: Sofia Domino
Prezzo: € 1,99 (e-book)
Trama: Lia ha tredici anni. È una ragazzina italiana piena di sogni e di allegria, con l’unica colpa di essere ebrea durante la Seconda Guerra Mondiale. Dallo scoppio delle leggi razziali la sua vita cambia, e con la sua famiglia è costretta a rifugiarsi in numerosi nascondigli, a sparire dal mondo. Da quel mondo di cui vuole fare disperatamente parte. Passano gli anni, conditi da giornate piene di vicende, di primi amori, di paure e di speranze, come quella più grande, la speranza che presto la guerra finirà. Ma nessuno ha preparato Lia alla rabbia dei nazisti. Il 16 ottobre 1943, la comunità ebraica del ghetto di Roma viene rastrellata dalla Gestapo e i nazisti le ricorderanno che una ragazzina ebrea non ha il diritto di sognare, di sperare, di amare. Di vivere. Lia sarà deportata ad Auschwitz con la sua famiglia, e da quel giorno avrà inizio il suo incubo. Terrore, lavoro, malattie, camere a gas, morti. E determinazione. Quella che Lia non vuole abbandonare. Quella determinazione che vorrà usare per gridare al mondo di non dimenticare. Quella determinazione che brillerà nei suoi occhi quando il freddo sarà troppo pungente, quando la fame sarà lancinante, quando la morte sarà troppo vicina e quando sarà deportata in altri campi di concentramento.
Quella determinazione che le farà amare la vita, e che le ricorderà che anche le ragazzine ebree hanno il diritto di sognare. Perché non esistano mai più le casacche a righe, perché nessuno sia più costretto a vivere in base a un numero tatuato su un braccio o in base a una stella cucita sulla veste.
Perché dal cielo non cadano più le stelle.

Evernight- Stargazer- Hourglass- Afterlife

 Evernight- Stargazer- Hourglass- Afterlife di Claudia Gray
"La morte non riuscirà a separarci."

domenica 16 febbraio 2014

#1 Si, lo voglio!

Faccio partire oggi questa rubrica che sarà più una lista infinta di libra che devo comprare, chi o cosa me li ha consigliati e se li comprerò veramente lo saprete solo quando scriverò la rubrica "Bookshop and more"!

Giveway Atelier dei libri

Io non pubblico mai post di domenica.
E oggi è domenica.
Ma ho una buona giustificazione! Mi sono appena iscritta al Giveaway del blog "Atelier di libri". Il Giveaway di R.I.P. di Eilan Moon. 
Le possibilità d vittoria sono nulle, ma sperare non fa male, giusto?


sabato 15 febbraio 2014

Red- Blue- Green

Red Blue e Green di Kerstin Gier
"L'amore non conosce ostacoli; né porta né serratura,
a passare sempre riuscirà.
L'amore non ha principio, batte le ali per sua natura,
e per sempre le batterà."


venerdì 14 febbraio 2014

Liebster Award: ovvero, questo blog non è male, piacetevelo!


Con mia enorme sorpresa sono stata premiata dal blog "My lovely Additions" con il premio Liebster Award.
La mia faccia è l'incarnazione della sorpresa.

La mia amica ebrea

La mia amica ebrea di Rebecca Domino
"Adesso è tutto sin troppo chiaro: noi siamo dalla parte del giusto, loro del
torto. Guardo questa madre con gli occhi sgranati e i due figli, terrorizzati,
magri e affamati, e mi chiedo come possano avere del veleno dentro di loro. Ma è solo un istante: a quanto pare, fingere di essere innocui fa parte del loro essere diabolici."


Titolo: La mia amica ebrea
Autore: Rebecca Domino
Prezzo: € 1,99 (e-book)
Trama: Amburgo, 1943. La vita di Josepha, quindici anni, trascorre fra le uscite con le amiche, le lezioni e i sogni, nonostante la Seconda Guerra Mondiale. Le cose cambiano quando suo padre decide di nascondere in soffitta una famiglia di ebrei. Fra loro c'è Rina, quindici anni, grandi e profondi occhi scuri. Nella Germania nazista, giorno dopo giorno sboccia una delicata amicizia fra una ragazzina ariana, che è cresciuta con la propaganda di Hitler, e una ragazzina ebrea, che si sta nascondendo a quello che sembra essere il destino di tutta la sua gente. Ma quando Josepha dovrà rinunciare improvvisamente alla sua casa e dovrà lottare per continuare a sperare e per cercare di proteggere Rina, l'unione fra le due ragazzine, in un Amburgo martoriata dalle bombe e dalla paura, continuerà a riempire i loro cuori di speranza. Un romanzo che accende i riflettori su uno dei lati meno conosciuti dell'Olocausto, la voce degli "eroi silenziosi", uomini, donne e giovani che hanno aiutato gli ebrei in uno dei periodi più bui della Storia.

giovedì 13 febbraio 2014

Segnalazione romanzo

Si, a quanto pare, oggi ben tre segnalazioni, meglio, più libri da mettere nella lunghissima lista "Da leggere"

Ecco il libro da segnalare, o meglio, il suo spot:

"Salve! Siamo i nevrotici ma divertentissimi personaggi di "Riso in giallo", creati dalla pungente penna di Roberta Amorino. Stavolta ci scappa il...morto! È stata assassinata Carosella, la contabile di una bizzarra casa di appuntamenti e tutti noi siamo indiziati...Dato che siamo ad un passo dalla camicia di forza cerchiamo di ostacolare le indagini del commissario Amorino...ma la cosa che ci riesce meglio è farvi ridere a crepapelle. Scommettiamo? Scaricate subito "Riso in giallo" su Amazon! In America già lo stanno facendo!
Da non perdere!
Su Amazon è a soli € 1,02 a questo link."

Segnalazione romanzo

Oggi ancora una volta una segnalazione, eh si!

Un libro acquistabile su amazon. ecco il link.
E non solo, ecco il link della pagina facebook.
Dopo il grande successo avuto dalla prima edizione, ecco la seconda edizione totalmente rinnovata del romanzo "Racconti delle Lande Percorse Vol. I - Come nasce un cavaliere", con una nuova ed accattivante veste grafica ad opera dell'illustratrice Florinda Zanetti!

Segnalazione romanzo

Il primo post di oggi è una segnalazione. Un romanzo uscito nel duemilatredici e che è il seguito di Enelsin Artington e la Petra Regia.
Titolo:  Petra Regia e la ricerca di Aran
Autrice: Annarita Pizzo
Pagine: 224
Data di uscita: 2013
Casa Editrice: eDM (EGO di DAVID and MATTHAUS edizioni)
Prezzo: 19,90€
Rilegature: Brossura
Inoltre il libro si può trovare anche su: Twins StoreibsLibreria UniversitariaWebsterLa feltrinelliCiao

mercoledì 12 febbraio 2014

Firmino

Firmino di Sam Savage
"Avevo immaginato che la storia della mia vita, se un giorno l'avessi scritta, sarebbe cominciato con un capoverso memorabile: lirico come <<Lolita, luce della mia vita, fuoco  dei miei lombi>> o di grande repire come il tolstojano <<Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ma ogni famiglia infelice è infelice a suo modo>>"

Titolo: Firmino
Autore: Sam Savege
Prezzo: € 9,50
Editore: Einaudi
ISBN: 9788806200701
Trama: Firmino è la voce di tutti quelli che considerano la lettura e la fantasia il cibo più prezioso per l'anima.












martedì 11 febbraio 2014

Battle Royale

Questa recensione è dedicata ad una mia amica che ha amato questo libro talmente tanto da chiedermi di recensirlo. Quindi le ho fatto scegliere la citazione che troverete qui sotto, spero ti piaccia, Paola. :*
 Battle Royale di Koushun Takami
"<<Bene, dunque,voglio che scriviate questo. Per memorizzare qualcosa, è meglio scriverlo. Scrivete:" Ci uccideremo l'uno con l'altro". Scrivetelo tre volte.>>"



Titolo: Battle Royale
Autore: Koushun Takami
Prezzo: € 12,00
Editore: Mondadori
ISBN: 9788804586876
Trama: Repubblica della Grande Asia dell'Est, 1997. Ogni anno una classe di quindicenni viene scelta per partecipare al Programma; e questa volta è toccato alla terza B della Scuola media Shiroiwa. Convinti di recarsi in una gita d'istruzione, i quarantadue ragazzi salgono su un pullman, dove vengono narcotizzati. Quando si risvegliano, lo scenario è molto diverso: intrappolati su un'isola deserta, controllati tramite collari radio, i ragazzi vengono costretti a partecipare a un "gioco" il cui scopo è uccidersi a vicenda. Finché non ne rimanga uno solo... Edito nel 1999, "Battle Royale" è un bestseller assoluto in Giappone, il libro più venduto di tutti i tempi; diventato fenomeno di culto, ha ispirato celebri film, manga sceneggiati dallo stesso Takami e videogiochi. Scritto con uno stile insieme freddo e violento, "Battle Royale" è un classico del pulp, un libro controverso e ricco di implicazioni, nel quale molti hanno visto una potente metafora di cosa significhi essere giovani in un mondo dominato dal più feroce darwinismo sociale. 

lunedì 10 febbraio 2014

la traduttrice

 Eeeee.... finalmente l'ho finito. Questo meraviglioso libro. Ieri ne ho letti altri due e oggi ne ho comprato un altro. Spero di finire anche questo presto.

la traduttrice di Rabih Alameddine
"Le mie sono traduzioni di traduzioni, il che significa che sono meno fedeli all'originale. Cerco di fare del mio meglio. Tuttavia, non tralascio parole che non conosco nè accorcio lunghi passaggi. Non avevo, e non ho, intenzione di tradurre un corpus intero - le mie ambizioni non sono nè spropositate nè grande. Traduco per il piacere che comporta, e di certo non possiedo energie vittoriane. In fondo, sono araba."


Titolo: la traduttrice
Autore: Rabih Alameddine
Prezzo: € 18,00
Editore: Bompiani
ISBN: 9788845272882
Trama: Aaliya Sobhi, 72 anni, di Beirut, vive nel suo grande appartamento, tra ricordi e insonnia, aspettando l'arrivo del nuovo anno. La donna vive sola. Libraia, la sua vera passione è stata per tutta la vita tradurre in arabo i grandi classici della letteratura, senza che queste traduzioni siano state mai pubblicate. Questo lungo periodo è stato segnato da una forte emozione per l'arrivo nel 1967 di Ahmed, un ragazzo pieno di entusiasmo, profugo palestinese, che aveva accettato di lavorare gratuitamente per lei. Ben presto però la passione politica aveva strappato Ahmed al suo amore per la cultura e, in breve tempo, era diventato uno dei grandi torturatori del Libano. Aaliya lo incontra anni dopo per chiedergli un'arma con cui difendersi, durante la guerra, in caso di attacco. In cambio, Ahmed le chiede una notte di sesso. Un romanzo sulla passione, passione per i libri e passione per l'amore.


Questo libro parla di una donna di settantadue anni.
Questo libro parla di cinquant'anni di traduzioni.
Questo libro mi ha fatto ricordare cosa vuol dire il peso della parola.
Una parola di poche lettere: guerra.
Quella che infuria nel paese della protagonista.
Un'altra parola di poche lettere? Libri. Che hanno cambiato la vita di molte persone.
Molto spesso mi dimentico che, dietro un libro straniero ci sono ore e ore di lavoro di un traduttore. Magari immagino che l'autore, curvo sul computer, beva litri e litri di caffè. Magari immagino che, nei ritagli di tempo, non pensi che a quello.
Ma non mi sono mai soffermata sulle parole "Tradotto da...".
Perchè io lo leggo nella mia lingua e non penso che un traduttore stia a pensare a "quel vocabolo che rende meglio l'idea", oppure a "quella poesia che deve fare rima".
Con questo libro ci ho riflettuto. Perchè credo che sia esattamente questo lo scopo del libro: far riflettere.
Su tutto. Ed è per questo che l'autore scrive di tutto della vita della protagonista.
Non ci sono capitoli nel libro. Tutto è semplicemnte raccontato come viene.
La prima cosa che ho fatto è stato leggere il nome del traduttore una volta finito il libro: è una donna. Al posto suo mi sarei divertita molto a tradurre questo libro.
E se c'è una qualità che ha questo romanzo è quella di non farti pensare ad altro se non alla protagonista. Ci sono gli altri persnaggi ma sono tutti raccontati come se fossero dietro ad uno specchio, la protagonista li vede, li sente, tu li vedi, li senti. Ma continui a pensare ad Aaliya.
O almeno così mi è sembrato.

Verdetto finale

 5
E solo perchè di più non posso dare. 

sabato 8 febbraio 2014

Tag: sapori dei libri

E sono tornata! Il mio ultimo post è stato oggi ma lasciamo stae la mia stupidità.
Ho finalmente trovato un argomento tutto mio così non sembro una scopiazzatrice!


I sapori dei libri!
Sicuramente dimenticherò qualche sapore.

Tag: questo o quello?

Questo tag l'ho preso da un video su youtube (il canale e il video) Ci sono varie domande, naturalmente siete tutti taggati e.... iniziamo!


Audiolibro o libro cartaceo?

Giusto oggi stavo pensando a quanto sarebbe comodo ascoltare un libro mentre scrivo al computer.

.

venerdì 7 febbraio 2014

Jane e la disgrazie di Lady Scargrave

Ciao ragazzi, volevo solo dire che sto leggendo ancora "la Traduttrice", non ci ho messo così tanto a leggere un libro dai tempi di Anna Karenina, ma alcune parti sono talmente belle che le rileggo, penso di poter pubblicare la recensione domani, in caso contrario, sorry.
Jane e la disgrazia di Lady Scargrave di Stephanie Barron
"Rimasi a scrivere il mio diario fino a notte fonda."


Titolo: Jane e la disgrazia di lady Scargrave
Autore: Stephanie Barron
Prezzo: € 8,50
Editore: Tea
ISBN: 9788850231058
Trama: In visita presso l'amica, la bellissima e giovane Isobel Payne, Contessa di Scargrave, Jane Austen è testimone di una tragedia: il Conte Frederick, marito di Isobel, colto da improvviso e inspiegabile malore, muore in poche ore. La scomparsa prematura del marito, dopo tre soli mesi di matrimonio, getta la povera Isobel nella più cupa disperazione. Tuttavia la vedova scopre ben presto che non si tratta che dell'inizio delle sue disgrazie: di li a breve infatti una misteriosa missiva la raggiunge, nella quale sono contenute oscure minacce e la duplice accusa di omicidio e di adulterio. Terrorizzata, Isobel invoca l'aiuto di Jane, la sola di cui si può fidare, ma soprattutto l'unica, tra i presenti al castello nella notte della tragedia, che non tragga alcun vantaggio dalla morte di Lord Scargrave. Contando sulle sue ben note doti di comprensione dell'animo umano, Jane si trova così coinvolta in una pericolosa indagine che la porterà a varcare nientemeno che i cancelli della prigione di Newgate e persino la soglia della Camera dei Lords, arrivando a mettere a repentaglio la sua stessa vita. 

mercoledì 5 febbraio 2014

Memorie di una geisha

Memorie di una geisha di Arthur Golden
"Quando Mameha mi assegnò il nuovo nome sentii la piccola Chiyo sparire dietro una maschera bianca con labbra rosse. Ormai ero una maiko, un'apprendista geisha. Da quel momento dissi a me stessa: quando preparo il tè, quando verso il sakè, quando danzo, quando lego il mio obi, sarà per il direttore generale, finché non mi troverà. Finché non sarò sua..." 

Titolo: Memorie di una geisha

Autore: Arthur Golden

Prezzo: € 10,00

Editore: Tea

ISBN: 9788850217182

Trama: Circondate da un'aura di mistero, le geishe hanno sempre esercitato sugli occidentali un'attrazione quasi irresistibile. Ma chi sono in realtà queste donne? A tutte le domande che queste figure leggendarie suscitano, Arthur Golden ha risposto con un romanzo, profondamente documentato, che conserva tutta l'immediatezza e l'emozione di una storia vera. Che cosa significa essere una geisha lo apprendiamo così dalla voce di Sayuri che ci racconta la sua storia: l'infanzia, il rapimento, l'addestramento, la disciplina - tutte le vicende che, sullo sfondo del Giappone del '900, l'hanno condotta a diventare la geisha più famosa e ricercata. Un romanzo avvincente e toccante, coronato da uno straordinario ritratto femminile e dalla sua voce indimenticabile.


Tag: Descriviti con un libro

Oggi non avevo molto da fare. Così ho pensato: cosa c'è di meglio che andare a spulciare altri blog? Nulla!
E allora mi sono imbattuta in Walks with Gio ed in una Tag stupenda: descriviti con i libri.
Mi ha affascianto si da subito, anche se arrancherò un po', ne sono certa, non ci voglio pensare. Dirò esattamente il primo titolo che mi viene in mente senza pensare ad altro.

La Tag è di The Bookshelf e mi è dispiaciuto solo non aver notato prima l'originale.

lunedì 3 febbraio 2014

Mi si è fermato il cuore

Mi si è fermato il cuore di Chamed
"C'era una volta un grande uomo che sposò la donna dei suoi sogni. Con il loro amore misero al mondo una bambina. [...] Questa bambina prima di diventare una persona, era una stella che emanava una luce speciale. [...] Per questo il grande uomo decise di chiamarla Chamed, che vuol dire scia"

Titolo: Mi si è fermato il cuore
Autore: Chamed
Prezzo: € 10,00
Editore: Leone Editore
ISBN: 9788863930719
Trama: Chamed ha avuto sfortuna nella vita. Da piccola le diagnosticano la poliomielite: incurabile. E invece, grazie all’affetto del padre e al suo coraggio riesce a guarire, a camminare, a innamorarsi. Ma è nata sotto una cattiva stella, e a soli quattordici anni perde i genitori in un incidente d’auto. La tragedia viene acuita dal fatto che la zia, presso la quale viene affidata, la odia e la maltratta e in seguito a un tentato suicidio riesce a farla internare. I manicomi italiani, prima dell’entrata in vigore della legge Basaglia, erano un vero e proprio inferno. Molestie, violenze, abusi e, immancabile, l’elettroshock. Chamed entra in coma diverse volte a causa dei “trattamenti”, ma trova comunque la forza di denunciare i suoi aguzzini grazie a un medico illuminato, che la adotterà per farle cominciare una nuova vita. Una storia vera, un libro che tocca le corde più profonde dell’anima e ci ricorda quanta fragilità e quanta forza possiede l’essere umano.

Schegge di me

Schegge di me di Tahereh Mafi

"1 parola, 2 labbra, 3 4 5 dita a formare 1 pugno. 1 angolo, 2 genitori, 3 4 5 ragioni per nascondersi. 1 bambina, 2 occhi, 3 4 17 anni di paura"

                                                                                   

Titolo: Schegge di me

Autore: Tahereh Mafi

Prezzo: € 17,00

Editore: Rizzoli

ISBN: 9788817056564

Trama: 64 giorni segregata in una cella, senza contatti con il mondo. Juliette non può parlare con nessuno, e nessuno deve avvicinarla, perché ha un potere terribile: se tocca una persona la uccide. Agli occhi dell'organizzazione che l'ha rapita il suo potere è un'arma stupefacente, per lei è una maledizione. Un giorno però nella cella viene spinto Adam. Juliette non vuole fargli del male, e così lo tiene a distanza. Ma Adam non sa del suo potere, e mentre lei dorme in preda agli incubi la prende tra le braccia per confortarla. Da quel momento tutto cambia, perché Adam, immune al tocco di Juliette, è l'unico che può accettarla così com'è. Insieme progettano la fuga, alla ricerca di un mondo che non la consideri più né un'arma né un mostro, ma una persona speciale, che con il suo potere può fare la differenza.


Recensirò il libro 'Schegge di me' di Tahereh

sabato 1 febbraio 2014

Si comincia!

Benvenuti! Sono una persona leggermente ansiosa e questo è il primo post del blog. La prima cosa che vorrei dire è, a parer mio, la più importante: perchè ho creato questo blog.
Questo blog è nato perchè ho tante passioni, alcune passeggere altre poco meno ma io sono nata con la lettura e la scrittura e sono certa che ci morirò. Perchè sono due di quelle passioni che se ti prendono veramente, non ti lasciano più. Si fermano nel tuo cuore e basta. Rimangono lì, e pian piano crescono finchè non diventano talmente grandi che devi condividerle con qualcuno, devi "contagiare" altri. Io vorrei provare a fare ciò. Vorrei condividere le mie passioni con voi. E un blog mi è sembrato un buon mezzo per i miei scopi.
Mi vorrei presentare sinteticamente, poi, se siete così curiosi potete andare a vedere nella pagina "Notizie su di me e contatti".
Mi chiamo Rebecca. O meglio, questo è il nome che mi hanno dato i miei genitori.
Ma il mio nome qui, dove mi conoscete voi è Akami, Akami Kurozawa. La sua etimologia va ricercata nel giapponese, vuol dire Onda Rossa nel Ruscello Nero. Come una ventata di colore, di vita. Mi si addice, si addice alla mia personalità effervescente neanche fossi l'acqua Lete e sprizzante di gioia.
Però ci sono quei momenti in cui l'unica cosa che ti tira su è un buon libro. Che ti fa entrare nel suo mondo e ne esci solo quando vuoi. Quando la fantasia finisce, a parer mio, finisce anche la parte di vita decente.
Con fantasia non intendo immaginare di essere fate, vampiri o che so io. Intendo una fantasia più consona alla vita di tutti i giorni che ti fa superare la giornata con il sorriso sulle labbra anche se il prof ti ha messo due, hai bruciato la cena e devi scendere sotto la pioggia a comprare due cose al volo.
Ma sto divagando.
I miei progetti per il futuro sono pochi, finito il Liceo Classico in cui studio a Napoli, e un'università di medicina, vorrei praticare la professione di ematologa.
Sono solo al primo anno e ce ne sarà di strada da fare ma tenacia e caparbietà non mi mancano. Se ci sono degli animali che possono rappresentarmi sono sicuramente l'aquila e la tigre. Libere, predatrici e... guai a chi tocca le cose e le persone che mi sono care.
Prima di chiudere la presentazione vorrei invitarvi a passare nel blog di due mie care amiche, praticamente sorelle: Stelle di carta che partirà oggi in contemporanea con questo blog.

Bye bye and kisses by Akami